Tel. + 39 06 6786811

Fax +39 06 87817070

  • Da qualche tempo l’Inps – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale – ha avviato una serie di azioni nei confronti dei suoi ex dipendenti in pensione volte al recupero di somme erroneamente erogate.

    La procedura di recupero parte con una lettera di messa in mora, con la quale l’Inps chiede la restituzione entro trenta giorni delle somme che sarebbero state erroneamente pagate in più.

    In caso di mancato pagamento nei termini, l’istituto dà inizio all’esecuzione mediante un prelievo coattivo delle somme, eseguendo una trattenuta sulla stessa pensione erogata all’ex dipendente.

    Tale condotta è stata oggetto di numerosi ricorsi da parte dei pensionati dell’Inps, architetti, medici, ingegneri, che purtroppo nella maggior parte dei casi hanno visto rigettare le proprie pretese.